Anche i NAO hanno l’antidoto: è Andexanet
E’ dal 2010, dall’introduzione come anticoagulante per la prevenzione dell’ictus in corso di fibrillazione atriale del dabigatran, che si lavora alla ricerca di un antidoto.
Anche perché nell’ultimo lustro si sono aggiunti altri tre inibitori del fattore Xa (apixaban, rivaroxaban, edoxaban), costituendo la classe dei Nuovi Anticoagulanti Orali (NAO).
Farmaci nuovi, in grado di superare molti dei problemi legati ai vecchi anticoagulanti orali tipo warfarin (inibitori della vitamina K).
La mancanza dell’ antidoto …

Powered by WPeMatico