Il 21 OTTOBRE L’UNIVERSITÀ  PARTECIPA 

ALLO   SCIOPERO GENERALE

con manifestazioni locali che si svolgeranno nelle maggiori città http://www.usb.it/index.php?id=renziscio#iniziative-locali

perché vogliamo

  • imporre la costruzione di una società diversa, basata sul diritto al lavoro e a un riequilibrio nella distribuzione delle risorse, così da permettere a tutti di avere salari e pensioni dignitosi;
  • investimenti omogenei in Ricerca e Formazione di base, presupposti fondamentali per una crescita sostenibile e collettiva;
  • la riduzione delle spese militari , delle spese salva- banche e dei costi della politica;
  • dirottare spese previste per costose e dannose infrastrutture a spese di recupero edilizio e territoriale che diano sicurezza e diritto alla casa;
  • l’abolizione dell’obbligo costituzionale del pareggio di bilancio per Enti pubblici che operano in Sanità, Formazione, Ricerca e Trasporti;
  • una riforma previdenziale e del mercato del lavoro che ridiano dignità e futuro a intere generazioni;

18-10-13-striscione-sciopero-universita

perché diciamo NO

  • alla selvaggia criminalizzazione dei lavoratori pubblici che da otto anni hanno il contratto nazionale bloccato e stipendi ridotti in rapporto al costo della vita
  • all’inaccettabile precarizzazione dei Lavoratori dell’Università e della Ricerca che grazie ad un miope blocco del Turn Over sono costretti a cercarsi un futuro all’estero o a operare in Italia in condizioni precarie e sotto-pagate;
  • al progressivo impoverimento del sistema universitario tramite l’introduzione di strumenti falsamente meritocratici che premiano Atenei di eccellenza e privano interi territori nazionali, soprattutto del Sud, del diritto ad accedere alla cultura e alla ricerca di base;
  • all’abbattimento dello Stato Sociale, effettuato con privatizzazioni, riduzione di personale e de-finanziamenti inaccettabili per un paese civile;
  • a un sistema previdenziale che cancella il futuro di intere generazioni, costrette ad andare in pensione con retribuzioni da fame, se non a morire sul lavoro …quando e se lo troveranno!

                                                NO  ALLA CONTRORIFORMA                                                              COSTITUZIONALE  E  AL GOVERNO RENZI

PARTECIPIAMO TUTTE E TUTTI ALLA   manifestazione  nazionale    NO RENZI DAY

il 22 ottobre appuntamento a  Roma,  ore 14:00 a p.zza s. giovanni

Powered by WPeMatico